Governo, mancano 500 decreti attuativi su 969. I ritardi dell’iter legislativo

Dal governo Conte uno al governo Draghi, passando per il Conte bis, si sono accumulati ritardi su 500 decreti attuativi, oltre la metà delle 969 norme che prevedono appunto la delibera di un decreto attuativo per vedersi concluso l’iter legislativo. Il tasso di attuazione delle norme, spiega Il Sole, supera solo di poco il 50%.

Decreti attuativi, i ritardi di Conte I, Conte II e Draghi

Un ritardo pesante. Dei 245 totali del governo Conte I, ne sono stati adottati 170, mentre dei 610 del governo Conte bis ne sono stati adottati 312, scrive il Sole 24 Ore. Si è ancora in attesa di decreti attuativi del governo Draghi, anche a causa delle lentezze provocate dal Covid.

Provvedimenti economici restano solo sulla carta

Molti provvedimenti economici restano così per ora solo sulla carta, con la loro applicazione che viene appunto rimandata a quando finalmente arriveranno i decreti attuativi. Un tema fondamentale, tanto che il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, si muove in tal senso. 

Il Mise ha fretta: “Predisporre schema decreti attuativi sul Dl-Sostegni bis”

Per “rendere al piu’ presto operativo” lo stanziamento di 100 milioni di euro per le attivita’ economiche destinatarie di specifiche misure per prolungarne la chiusura a causa dell’emergenza Covid e’ “l’obiettivo prioritario” del Mise, pertanto “benche’ il decreto-legge sia tutt’ora in fase di conversione, gli uffici tecnici del ministero dello Sviluppo economico, su mio impulso, si sono gia’ adoperati per la predisposizione dello schema di decreto attuativo”, ha detto Giorgetti in un question time alla Camera 

Related Posts

Comments

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Stay Connected

2,943FollowerSegui
0IscrittiIscriviti
spot_img

Recent Stories