«Bella giornata oggi»: così comunicazione e creatività definiscono i contesti

Ascolta la versione audio dell'articolo

3' di lettura

Nelle aziende con cui collaboro ragioniamo di comunicazione, di gestione delle relazioni e delle persone, di processi decisionali in condizioni incerte. Gli effetti di questa pratica quotidiana rafforzano la mia convinzione che siano temi in grado di “cambiare quei mondi” (passatemi la pomposità retorica) e alimentano l’urgenza, anche in questa rubrica, di continuare ad esplorare i contorni pratici della complessità in cui siamo chiamati a muoverci. Recentemente scrivevo di creatività (distinguendola dalla produzione artistica e dall’innovazione) come strumento di allenamento alla complessità, per la spinta che dà alla sovrabbondanza cognitiva (definibile come l’abitudine a elaborare alternative di mondi: più ne “frequentiamo”, più saremo in grado di crearne).

Ci torno con un consiglio di allenamento: leggete Le vie del senso (Garzanti, 2021) di Annamaria Testa, autrice che “si occupa di comunicazione e creatività” (cito, per non tralasciare nulla) tramite consiglio, docenza universitaria, scrittura su libri e blog. Il libro è pieno di ispirazioni. Ciascuno potrà trovarne di proprie, ecco alcune delle mie (non sono tutte, né per forza le più giuste, importanti o utili).

Loading…

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rimani Connesso

3,515FollowerSegui
0IscrittiIscriviti
spot_img

Storie Recenti