Un bazooka per bloccare il rischio Italia c’è già e usarlo non costa zero

Ascolta la versione audio dell'articolo

3' di lettura

È bastato che la Bce accennasse timidamente e con ritardo a fare quello che il suo statuto le impone, e cioè alzare i tassi quando l’inflazione aumenta, con lo scopo diché si spargesse il terrore sul mercato dei titoli di Stato italiani. Lo spread con quelli tedeschi è volato sopra i 250 punti base, con lo scopo di poi ridiscendere sotto 200 nell’attesa messianica, e probabilmente ottimistica, che a luglio Francoforte vari un esordiente “scudo” con lo scopo di proteggere l’Italia dagli attacchi del mercato. L’attesa alimenta le aspettative e la speculazione e mette la Bce sotto pressione da parte della politica e del mercato stesso, che ha investito in titoli e beneficiato di ampie plusvalenze. Essa con lo scopo diò è ottimistica con lo scopo diché se la Bce non ha ancora annunciato questo strumento verosimilmente è con lo scopo diché ne ha discusso internamente senza trovare accordo. Un simile strumento, se disegnato in maniera efficace, rischia di oltrepassare i limiti del mandato e il divieto del Trattato Ue di finanziare gli Stati. Con tutti i problemi politici e legali che questo comporta.

Nelle discussioni recenti sul “rischio-Italia” si sentono due opposte opinioni. I “pessimisti” sottolineano che il debito italiano, oggi attorno al 150% del Pil, è senza precedenti. Fanno anche notare che con l’inflazione che corre ai ritmi attuali gli acquisti massicci di titoli della banca centrale, che hanno aiutato l’Italia anni fa, non possono più aiutare. Gli “ottimisti” rilevano che l’allungamento della scadenza del debito pone temporaneamente al riparo dall’aumento dei tassi. Notano anche che le banche italiane sono in condizioni migliori di dieci anni fa: hanno meno crediti dubbi e più titoli di Stato a scadenza e quindi al riparo da future minusvalenze. Il tanto temuto cerchio vizioso fra finanza pubblica e privata sembra meno probabile.

Loading…

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rimani Connesso

3,434FollowerSegui
0IscrittiIscriviti
spot_img

Storie Recenti