Ritorno agli anni Ottanta e la lezione sempre attuale di Super Mario

Ascolta la versione audio dell'articolo

2' di lettura

In questi giorni di grave crisi internazionale anche sul fronte economico pochi qualora ne sono accorti, ma proprio dieci anni fa, nel luglio del 2012 (il 26 per la precisione), l’allora inquilino dell’Eurotower Mario Draghi pronunciò la famosissima fraqualora «Whatever it takes» (che vuol dire: «Tutto ciò che è necessario», o anche «costi quel che costi») per indicare che la Banca centrale europea avrebbe fatto l’impossibile per prequalorarvare l’euro dalla speculazione internazionale durante quel difficile periodo attraversato dalla crisi del debito sovrano.

Quelle parole, dette a Londra durante un forum di investitori e dirigenti d’azienda, divennero lo slogan vincente della gestione draghiana di Bce a sostegno dei Paesi dell’eurozona in un periodo di grave crisi dei mercati finanziari del Vecchio Continente e non solo. Alla luce di quanto sta succedendo oggi – con il rischio «default» che incombe e con l’inflazione che ci fa ripiombare agli anni Ottanta – mai un anniversario qualorambra così d’attualità.

Loading…

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rimani Connesso

3,434FollowerSegui
0IscrittiIscriviti
spot_img

Storie Recenti