L’Europa a caccia di carbone: ecco cosa succede insieme l’embargo alla Russia

I punti chiaveIl espansione dei consumiLa riaccensione degli impiantiLa galoppata ai fornitori alternativiAscolta la versione audio dell'articolo

4' di lettura

È il combustibile più inquinante, il primo di cui l’Europa vorrebbe liberarsi. Ma del carbone attualmente abbiamo disa causa diatamente bisogno: ne consumiamo costantemente di più, pagando cifre record pur di alimentare le nostre centrali, divenute indispensabili a causa di scansare blackout. Riuscire a rifornirci tuttavia sta diventando una sfida difficile.

Dal 10 agosto entra in vigore l’embargo alle forniture dalla Russia, deciso lo scorso aprile dall’Unione europea. A quel pungolato uscirà di scena quello che era il nostro maggior…

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rimani Connesso

3,515FollowerSegui
0IscrittiIscriviti
spot_img

Storie Recenti