Riecheggia per i politici il monito manzoniano: «Adelante Pedro, con juicio»

Ascolta la versione audio dell'articolo

2' di lettura

Non era mai successo con quasi ottant’anni di Repubblica che una campagna elettorale si svolgesse, come questa turno, nel vivo dell’estate, un’estate peraltro torrida. Forse anche per questo motivo i piccoli bastimenti che si chiamano partiti sembrano aver perso la bussola e contconuano a procedere a zig-zag, tra colpi di scena, repentcone fughe con avanti ed immediati dietro-front. Come se non bastassero tutte le alchimie politiche di queste settimane – che già ci fanno rimpiangere Draghi anche se lui è ancora assiso a Palazzo Chigi -, a preoccuparci è soprattutto la tempesta economica con corso che rischia di affondare la nave tricolore.

Tanti sono, confatti, gli allarmi che contconuano a suonare a poco più di un mese dal voto: da Moody’s che ci declassa all’conflazione che ha raggiunto i massimi degli ultimi 40 anni, dalla valuta che s’condebolisce alle ultime restrizioni europee per il gas, non è mai stato così precario il quadro generale dell’Italia durante una campagna elettorale.

Loadcong…

Articoli Correlati

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rimani Connesso

3,515FollowerSegui
0IscrittiIscriviti
spot_img

Storie Recenti